21° Motoakkianata a Monte Pellegrino

Ieri è stata la nostra seconda esperienza con la Moto Acchianata a Monte Pellegrino, per la Benedizione dei Caschi, un evento molto speciale che vede riunire Motociclisti da tutta la provincia di Palermo e non solo. Ognuno col proprio vissuto e col proprio modo di vivere questa passione (sportivi, avventurosi, amanti del fango, viaggiatori), ma tutti d’accordo sul fatto che, andare sulle due ruote, a volte, non resta solo una passione, ma qualcosa che ti entra dentro, fino a trasformarsi in un vero e proprio stile di vita! Quando sei in viaggio, in sella alla tua moto, anche il tempo assume un aspetto diverso, essendo misurato in base ai chilometri percorsi. Avverti un grande senso di libertà, che va ad unirsi alla sensazione di essere abbracciati dal vento, ma soprattutto quella di fuggire dalla quotidianità, che di per sé ti ricarica di energia vitale.  Queste, ed altre, sono tutte sensazioni intense, difficili da descrivere a parole, ma solo da provare, da vivere!

Resta comunque fondamentale un concetto: la Prudenza non è mai abbastanza!

Questa importante manifestazione, giunta alla 21° edizione, è ideata, organizzata e gestita dal Club dei Pellegrini. Il presidente (Pietro Gioeli), il vicepredidente (Nino Pollara) e tutto lo staff dei Pellegrini, comunque, non si occupano di soli raduni di moto, ma hanno dietro un mondo, cominciando dal fondamento su cui si basa l’intero Club, ovvero quello della Famiglia. Sono, inoltre, molto presenti a Palermo con diverse attività benefiche e di volontariato: l’evento di ieri prevedeva una quota d’iscrizione, e parte di questa, comprese altre offerte raccolte durante la mattina, saranno destinate alla Mensa dei Poveri del Don Orione; inoltre, durante l’inverno, si riuniscono per portare cibo e bevande calde ai clochard di Palermo, o come “Babbi Natale” in moto, per donare un sorriso a tanti bambini meno fortunati.

Quest’anno, rispetto all’anno scorso, in cui il numero dei partecipanti, quasi 1500, lo aveva designato come l’evento più grande dell’intera Sicilia, l’affluenza è stata inferiore, quasi 600, a causa delle avverse condizioni meteorologiche. Non è comunque mancato l’entusiasmo e la partecipazione dei palermitani, ma anche di altri gruppi provenienti da altre province siciliane (per citarne alcuni “Avola Bikers”, “Cavalli Pazzi dell’Etna” o “Vulcanici”). Anche il percorso è stato ridotto, non avendo ricevuto l’autorizzazione al passaggio dal bellissimo centro storico di Palermo, a causa delle leggi sul terrorismo.

Alla fine, però, tutti noi motociclisti, compreso lo staff dei Pellegrini (i quali monitoravano tutta la manifestazione, bloccando il traffico, a favore del corteo,  dal Centro Commerciale Forum, passando per Via Messina Marine), siamo giunti al Belvedere di Monte Pellegrino, al cospetto di Santa Rosalia, senza essere disturbati dalla pioggia, anzi, c’è anche stato qualche timido raggio di sole, come a voler dare approvazione all’evento. Qui, Don Gaetano Ceravolo (il Reggente del Santuario di Santa Rosalia) ha prima ricordato tutti gli amici scomparsi, ormai angeli della strada in cielo, e poi benedetto tutti i presenti, riuniti come una grande famiglia, caschi e moto compresi, augurandoci di sentire vicino una Guida silenziosa che, sempre, ci protegge nel corso dei nostri viaggi!

Durante il rientro, con acquazzone annesso, il quale ha resistito finché ha potuto, sono felice di non essermi lasciata intimidire dal cielo grigio ed aver deciso di ripartecipare a questo emozionante evento.

Ci vediamo l’anno prossimo e buona strada a tutti!

22 commenti

  • Beartrice

    Come sempre riesci a creare curiosità e interesse , stavolta per l’avventura in “moto” 😍
    Il tempo uggioso carico di nuvole , ha reso all’evento un fascino particolare 👍🤗

  • Pietro Gioeli

    Carissima,ti ringrazio x la dettagliata storia non solo della motoakkianata ma anche del nostro moto club.
    Grazie alla passione x le due ruote abbiamo, nostro malgrado dovuto dare l’ultimo saluto a tanti amici che ci hanno lasciato.
    Puntando sempre alla sicurezza stradale e sanitaria abbiamo deciso anni fa di creare un reparto moto staffette, molti di loro sono abilitati all’uso del defibrillatore(in nostro possesso da anni), inoltre ognuno di noi ha in dotazione un kit primo soccorso perché x noi la sicurezza innanzitutto.
    Riguardo la motoakkianata hai scritto bene, il tempo è stato clemente ma il biker estivo se vede nuvole non esce!
    Spero sia stata una piacevole esperienza e,si da oggi ti invito alla motoakkianata di notte(riservata solo ai soci),è una esperienza da fare

      • Eleonora

        Bellissimo articolo che descrive una grandissima esperienza.
        Vivo ogni anno questo momento con un’emozione diversa.
        Il primo anno è stata una sorpresa, quella che mi ha fatto cambiare radicalmente idea in merito al mondo dei motociclisti portandomi poco dopo nella grande famiglia dei Pellegrini; il secondo anno l’emozione si è unita alla responsabilità di aiutare a far in modo che tutti i partecipanti potessero provare ciò che ho provato anche io durante la mia “prima volta”. Questo è stato il terzo anno, quello della consapevolezza:questo è il mio mondo, questa è la mia famiglia d’adozione e quello che facciamo è la cosa giusta!
        Ringrazio sempre il presidente Pietro Gioeli e tutto il direttivo perché credono in tutti noi e nei nostri progetti.

  • Gianluca

    Che dire Giovanna … non potevi descriverla meglio di così… hai colto in pieno il senso della MotoAkkianataRiMuntiPiddirino, certo come hai scritto, il tempo non è stato dalla nostra parte e quindi abbiamo avuto meno presenze degli anni passati… ma come si è ben visto abbiamo fatto tremare lo stesso Palermo con i rombi delle nostre motociclette….Puntando sempre, oltre alla riuscita dell’Evento, anche alla sicurezza stradale, a cui noi teniamo moltissimo… cercando di migliorarci sempre di più ogni volta, dando sempre Il Massimo perché non accadi mai nulla… che dire siamo gli angeli custodi della Motoakkianata… concludo dicendo che Sei sempre la Benvenuta nella grande famiglia del Moto Club “I PELLEGRINI”.

    • Giovanna Carlino

      Grazie mille a voi che avete reso l’evento perfetto, ma soprattutto sicuro!
      Per quanto riguarda il tempo,pazienza… i più coraggiosi e veri appassionati non mancavano😉
      Sarò felice di far parte ancora di questa famiglia in futuro!

  • Franko

    Dopo molti mesi trascorsi ad organizzare , programmare , richiedere tutti i permessi necessari allo svolgimento di questo Evento Unico , fare prove percorso per garantire ai partecipanti la massima sicurezza durante il tragitto , accogliere tutti i Fratelli Bikers che ci onorarono con la loro presenza venendo da tutte le parti della Sicilia e anche da oltre lo Stretto , questo Articolo è la nostra più GRANDE SODDISFAZIONE!!!! Grande Presidente, Direttivo , Staff e soci tutti , in una solo parola Grandi I Pellegrini e fiero di farne parte

  • Marcello

    È vero , con la tua descrizione mi hai trasportato in quei luoghi , facendomi vivere questa emozionante giornata anche se non ero presente
    Complimenti!

  • Jessica

    Ho partecipato per la prima volta l’anno scorso e devo dire che mi è dispiaciuto non esserci stata anche quest’anno.
    A me ha regalato delle emozioni bellissime, per questo suggerisco a tutti, soprattutto agli amanti delle due ruote, di farlo almeno una volta nella vita!
    Articolo meraviglioso, per un attimo mi hai fatta sentire lì❤️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *