5 Motivi per visitare Malta

Nel cuore del Mediterraneo, tra la Sicilia e la costa del Nordafrica, troviamo l’arcipelago formato dalle isole di Malta, Gozo e Comino, con più di 200 km di costa, con meravigliose spiagge e un mare turchese e cristallino, con temperature miti tutto l’anno, che permettono di visitare Malta sempre.

Malta, però, non è solo mare e sole. Quest’isola è in grado di regalare al visitatore un perfetto connubio tra natura e arte, tra un mare spettacolare e numerosi siti storici, il tutto contornato dalla movimentata vita notturna e da buon cibo.

Tanti aeroporti sono collegati a Malta, compreso Punta Raisi (l’Aeroporto di Palermo), da cui, in soli 50 minuti, con un volo Air Malta (low cost e diretto), si raggiunge il Malta International Airport.

Malta è vicinissima all’Italia e dista circa 90 km dalla Sicilia ed ha tanto da offrire a chi la visita. Io vi do 5 motivi per farlo!

  1. Tesori Storici ed Architettonici.

La capitale di Malta, La Valletta, è un capolavoro di architettura barocca (dichiarata Patrimonio Unesco), piena di balconi colorati, negozi, ottimi ristoranti e viste mozzafiato, e grazie alle sue dimensioni ridotte, si può visitare tranquillamente in una giornata.

Passeggiando per il centro storico della città, magari assaggiando un ottimo pastizzi (pasta sfoglia con piselli o ricotta), verrete affascinati dai monumenti e dalle sue bellezze ad ogni angolo, come la Concattedrale di San Giovanni: luogo imperdibile, tra le più belle Cattedrali di tutto il mondo, che ospita ben due opere di Caravaggio; al suo interno c’è l’atmosfera storica ed affascinante dei Cavalieri di Malta e si ha la sensazione di essere avvolti dalle sue pareti in oro.

Si può proseguire verso l’Upper Barrakka Gardens, giardini curati e silenziosi, dalla cui terrazza godere dell’eccezionale vista panoramica sulle Tre Città (Birgu, Senglea e Cospicua) e sul Porto Grande, e la Saluting Battery, la piattaforma cerimoniale da cui vengono sparati colpi di cannone a salve, per tradizione, tutti i giorni alle 12:00 e alle 16:00.

Poco distante da La Valletta, a Paola, troviamo l’unico tempio preistorico sotterraneo al mondo, risalente al 3600 a. C., dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco: l’Ipogeo di Hal-Saflieni; si ritiene fosse un santuario, divenuto in tempi preistorici una necropoli (visitabile tutti i giorni, 9-17, al costo di 35 euro, ma per ogni visita possono accedere solo 10 persone, quindi è consigliabile prenotare qualche giorno prima).

Imperdibile, naturalmente, è anche l’antica capitale di Malta, M’dina, detta anche la città silenziosa: un vero e proprio scrigno di storia circondato da fortificazioni erette migliaia di anni fa per difendere la città. Il modo migliore per visitarla è perdersi nelle stradine e godersi l’unicità degli edifici storici di famiglie nobili maltesi e provare ad indovinare di quali film è stata set cinematografico. Infatti qui, come in tutto l’arcipelago maltese, sono stati girati importanti film come: “Game of Thrones”, “Troy”, “World War Z”, ed altri.

Fuori le mura di Mdina c’è Rabat, un sobborgo abitato sin dall’antichità; qui si trova la grotta dove visse San Paolo come eremita durante il suo viaggio a Roma.

2. Gozo e Comino

Attraverso un sistema di traghetti davvero organizzarti ed efficienti si raggiungono le due isole minori dell’arcipelago maltese.

La prima è Gozo, una vera perla, più piccola, più raccolta e rurale rispetto a Malta, in cui si respira un’atmosfera decisamente lenta e tranquilla ed in cui troverete la Grotta di Calypso: qui, secondo la leggenda, la Ninfa Calypso tenne prigioniero Ulisse per 7 anni. La grotta si trova sulla spiaggia rossa di Ramla (tra le più belle ed incontaminate spiagge di tutto l’arcipelago, perfetta per chi vuole godere della natura in solitaria) e regala uno spettacolare panorama sulla baia; intorno non c’è praticamente nulla e si narra che lo spirito di Ulisse ancora vaghi nella zona, lamentandosi.

Ramla Bay

Quest’isola era famosa per la “Azure Window”, un bellissimo e gigantesco arco naturale di roccia sul mare, a Dwejra, che, purtroppo, nel 2017, a causa di una tempesta, è crollato.

Azure Window

A Gozo si trovano, inoltre, i Templi di Ggantjia (Patrimonio Unesco), edificati prima del sito di Stonehenge, risalenti al 3600 a. C., il cui nome significa “giganti”, proprio per le loro dimensioni colossali: si tratta di due templi costituiti da massi calcarei, ciascuno costituito da una terrazza, usata per rituali e sacrifici. (9 euro, 9-18).

L’altra è Comino, famosa per la Blue Lagoon, una delle più belle spiagge di Malta, con le sue acque trasparenti e azzurre ed il fondale bianco, ricca di fauna marina (non dimenticate la maschera per le immersioni). È una sorta di piscina in mezzo al Mediterraneo. È sicuramente una meta ambita nei mesi più caldi, e quindi molto affollata, ma assolutamente imperdibile.

3. Il mare di Malta

L’arcipelago maltese vanta tra le più belle spiagge del Mediterraneo. Ce ne sono per tutti i gusti, solitarie, sabbiose, rocciose e scogliere. Le più belle si trovano sulle isole di Gozo e Comino, ma anche quelle sull’isola di Malta sono degne di nota: Paradise Bay (all’estremo nord dell’isola, una delle spiagge più piccole di Malta, caratterizzata da una scogliera calcarea bagnata da acqua cristallina, raggiungibile percorrendo una scalinata), Ghadira Bay (sempre a nord dell’isola, nella baia di Mellieha, la più grande spiaggia di sabbia dorata, dall’acqua bassa, ideale per famiglie con bambini), Golden Bay (anche questa nella zona nord dell’isola, è una delle spiagge sabbiose più frequentate di Malta, con tanti beach club, e spesso affollata), Ghajn Tuffieha (isolata, solitaria e selvaggia, tra le più belle di Malta, ma la gente viene un po’ scoraggiata dal fatto che per raggiungerla si debbano scendere 180 scalini).

Golden Bay

4. Divertirsi a Malta

Malta è piuttosto famosa per la sua movida e, sicuramente, la capitale del divertimento maltese è Paceville, un piccolo e movimentato distretto della città di St Julian’s, in cui si trovano la maggior parte dei club e discopub dell’isola.

Non manca di certo possibilità di divertirsi a La Valletta, la quale, soprattutto di recente, sta adeguandosi ai ritmi degli appassionati della vita notturna, anche se sicuramente offre un genere di serata più rilassante, con winebar e pub tradizionali.

A Sliema (città in cui ho alloggiato e che consiglio, soprattutto per la posizione) ristoranti e locali si susseguono senza sosta sul lungo mare, ideale anche per una passeggiata serale.

Sliema e St Julian’s sono il cuore dello shopping, dei locali e dei resort maltesi: infatti ci si può godere qualche ora di relax tra i negozi e i centri commerciali della zona (come il The Point shopping center).

Inoltre, a nord-ovest dell’isola, a 3 km dal villaggio di Mellieha, si trova il Popeye Village, un complesso di intrattenimento per famiglie, che fu costruito come set cinematografico del film “Braccio di Ferro”, interpretato da Robin Williams. (23 euro, 9:30-19:00).

5. Cibo maltese

A Malta si mangia bene e tanto. I sapori sono molto simili a quelli siciliani.

Sicuramente ciò che più rappresenta la cucina locale sono i Pastizzi, piccole sfoglie salate ripiene, tradizionalmente, con ricotta o piselli, ma anche con tanti altri ingredienti, da consumarsi a tutte le ore, ovunque ed ad un prezzo irrisorio (occhio alla linea).

Il pesce, poi, è sempre freschissimo, e qui si serve l’Aljota (una zuppa a base di aglio e pesce). Sono assolutamente da provare la salsiccia di maiale insaporite col coriandolo (zalzett), o il timballo di pasta al forno con carne mista e racchiuso nella pasta sfoglia (Timpana). Malta è famosa, inoltre, per i formaggi e i dolci: il formaggio più rinomato di Malta è il Gbejnet, a base di latte di pecora, disponibile al naturale, fresco o stagionato, oppure arricchito con pepe ed erbe aromatiche. Per quanto riguarda i dolci, tra i più deliziosi troviamo i Kanoli, molto simili ai cannoli siciliani con ricotta e gocce di cioccolato, e il Qaghaq tal-ghasel, un dolce di origine araba con zucchero nero, fichi e cannella. La bevanda maltese per eccellenza è la birra Cisk, una birra bionda locale.

  • Il periodo migliore per visitare Malta? Sicuramente in primavera e in autunno, in cui le temperature si mantengono calde, ma non troppo, e si può ancora godere del mare, lontani dalla folla dei mesi estivi. Ma è molto bella sempre!
  • Per la scelta della sistemazione per dormire i luoghi più rinomati sono sicuramente Sliema e St Julian’s.
  • Per spostarsi ci sono i bus urbani che girano per tutta l’isola (i biglietti si acquistano direttamente sul bus al costo di 2euro, per tutte le tratte, con una durata di 2ore dall’emissione), anche se a volte, nelle ore di punta, sono troppo pieni e capita saltino delle fermate.
  • Esiste anche un altro sistema, più veloce ed efficiente, che permette di andare da Sliema a La Valletta e viceversa (ma anche verso altre destinazioni) via mare,  attraverso un servizio di traghetti, con corse frequenti, e con un costo del biglietto pari a quello del bus.

Spero che questo post vi sia piaciuto e vi abbia fatto venir voglia di andare a Malta!

A Presto!

14 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *